Categoria Seconda Guerra Mondiale

ALLEGRIA!

Chi non ricorda la famosa esclamazione di Mike Bongiorno che apriva e chiudeva, generalmente, i programmi da lui condotti? “Allegria!”, esatto! Se non ve la ricordate cercatela su YouTube, la trovate facilmente. Beh, a quanto pare, non era solo Mike Bongiorno a essere allegro, ma anche Mario, il protagonista del nostro sfizio di oggi. Siamo

Leggi tutto

LE MARACHELLE DI PAOLO

Già altre volte Sfizi.Di.Posta si è occupata della corrispondenza dei prigionieri di guerra, e sicuramente altre volte se ne occuperà. E’ stata una finestra molto ampia della storia del nostro Paese che (solo nella Seconda guerra mondiale) ha interessato oltre un milione di nostri soldati. Inevitabile occuparsene. Chi ha già letto di queste storie sa

Leggi tutto

SOPRUSI IN ZONA B

Oggi è un po’ lunghetto… Si apre oggi infatti una settimana di eventi che culmineranno il 10 febbraio quando (e quest’anno saranno 20 anni esatti da quando venne istituito con legge 30 marzo 2004 n. 92) si celebrerà il Giorno del Ricordo. Questa solennità civile nazionale ricorda i massacri delle foibe e l’esodo giuliano-dalmata, fatti

Leggi tutto

BUON NATALE PAPA’

Cari lettori di Sfizi.Di.Posta, Buon Natale! E’ la mattina del 25 dicembre, e combinazione vuole che sia un lunedì. Per cui puntuale arriva un nuovo ‘sfizio’. E, ovviamente (ma quanto sei scontato, curatore di Sfizi.Di.Posta!!), questo sfizio riguarda il Natale. In realtà, nulla è scontato, soprattutto in guerra. Abbiamo davanti agli occhi le immagini dei

Leggi tutto

ASSUMETEMI!!

Si sa. La ricerca oggi di un posto di lavoro è la più grande incognita per moltissimi giovani, spesso più che formati, e che spesso devono adattarsi a lavori saltuari, precari, e lontani da ciò che hanno studiato e di cui sarebbero esperti. Ma in passato fu tanto diverso? Non proprio. Nell’Ottocento, e a cavallo

Leggi tutto

PRZEMYSL, UN NOME TUTTO UN PROGRAMMA

Ci sono località che solo a nominarle nella nostra mente evocano ricordi, fatti, avvenimenti, in alcuni casi anche dolorosi o terribili. E’ il caso di Przemysl, città polacca del distretto omonimo. Przemysl, situata nella Polonia sudorientale, è stata da sempre una città strategicamente importante in conseguenza dell’attraversamento del fiume San e della sua posizione geografica,

Leggi tutto

NEMMENO A QUADRETTI!

Censura? Limitazione alla libertà di pensiero! Alla libertà di espressione! Controllo! Vigilanza! Repressione! È quanto ci viene in mente nel sentire nominare quel termine. Eppure c’è un momento in cui l’esercizio della censura non soltanto è tollerato, ma anche legittimo e indispensabile: durante una guerra. La censura in tempi di guerra nasce come strumento di

Leggi tutto

LIBERAZIONE!

Domani 25 aprile è la Festa della Liberazione. Ultimamente e ogni anno sempre un pochino di più, in occasione della Festa della Liberazione la contrapposizione politica tra destra e sinistra assume toni sempre più accesi: chi la festeggia, e chi no e preferisce festeggiare San Marco affermandolo a gran voce, anche sui social, quasi a

Leggi tutto

MI HANNO BOMBARDATO LA CASA!

Qualcuno avrà mai fatto il conto, o perlomeno stimato, di quante tonnellate di bombe siano cadute sul territorio italiano durante la Seconda guerra mondiale? Temo di no, temo sia impossibile, ma una risposta sicuramente non errata è: tante, tantissime. Però a tal proposito vi è un’ampia letteratura che invito a consultare. Sintetizzando, si potrebbe dire

Leggi tutto

FABBRICO, VILLA GUIDOTTI

Il 26 novembre 1944, con i Russi a meno di 200 km da Auschwitz e quindi certi di una imminente capitolazione, dietro ordine diretto di Himmler, i nazisti iniziarono a smantellare i forni e le camere a gas del campo di concentramento e sterminio. Tutto venne occultato, lo Zyklon B disperso, tutti i crematori vennero

Leggi tutto

RACCOLTA DEL RAME

Avete presente quando ogni tanto nelle strade italiane si scorgono cartelli a indicare che l’impianto elettrico di una rotatoria è realizzato con cavi d’alluminio anziché di rame? Questo per scoraggiare atti di vandalismo finalizzati al furto del rame. Il rame è un materiale oggetto molto spesso di furto. E’ sufficiente cercare su Google “furto rame”

Leggi tutto

FU LIBERAZIONE!

Il 25 aprile è la Festa della Liberazione. Liberazione da cosa? Dall’oppressione nazi-fascista, chiaramente. Fu liberazione per il popolo italiano che per un ventennio vide crescere gli aspetti più terribili di un movimento, non solo politico, prima acclamato e poi temuto. Fu liberazione ancora per il popolo italiano che, volente o nolente, dovette subire le

Leggi tutto

LA SALMA LA TRASPORTO IO!

Secondo recenti studi (2010) dell’Ufficio dell’Albo d’Oro del Ministero della Difesa che hanno aggiornato le stime dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, i militari italiani caduti e dispersi nei vari fronti dal 1940 al 1945 sono 319.207, di cui 89.629 solo sul fronte russo. Della maggior parte di questi ragazzi non si conosce l’ubicazione

Leggi tutto

E LIBERAZIONE FU…

25 aprile, Festa della Liberazione. “Festa”. C’è da festeggiare, non solo da ricordare e commemorare. Oggi si festeggia. E si festeggia la liberazione dal nazi-fascismo. Sfizi.Di.Posta, i lettori lo sanno, non entra mai in discorsi prettamente politici o ideologici. Sfizi.Di.Posta racconta storie, uomini, e lo fa facendo parlare i documenti. Poi, ognuno, trae le proprie

Leggi tutto

DISPERSO O IRREPERIBILE?

«Come parla? Come parla? Le parole sono importanti.» Così inveiva Michele-Nanni Moretti, portandosi una mano sul cuore dolente, contro il reporter con cui stava dialogando, in una delle scene madri di Palombella Rossa. Ed è effettivamente così. Perché utilizzare (esempio) “complaint” se in Italiano esiste “protesta”, “rimostranza”, “lagnanza”, “lamentela”, “reclamo”, “disturbo”, “malessere”, etc, termini che

Leggi tutto

AL CAMPO DI CONCENTRAMENTO DI MAUTHAUSEN

Shoah. Ebrei. Genocidio. Campo di concentramento. Sterminio. Olocausto. Giornata della memoria. 27 gennaio. Assassini. Mostri. Parole-chiave non buttate lì per caso. Parole-chiave a descrivere una tragedia. Espressione di quanto di più inumano la mente umana possa partorire. Oggi, in tutto il mondo, è la Giornata della Memoria. Oggi si commemorano quei morti. Quei numeri sulle

Leggi tutto

ACQUERELLI DI GUERRA

Oggi parleremo di un militare artista! Ma prima due parole sul supporto. Le abbiamo già viste diverse volte, in diversi ‘sfizi’. Sono le cartoline di franchigia militare che venivano fornite alle truppe per scrivere ai propri cari in esenzione postale. Vennero utilizzate nel primo conflitto mondiale, ma soprattutto nel secondo. L’esenzione consentiva la spedizione gratuita

Leggi tutto

DAL FRONTE GRECO… CON TANTA FATICA!

Durante la Seconda Guerra Mondiale, così come in generale in tutte le guerre, i tanti ragazzi che vennero inviati al fronte a volte provenivano da zone depresse del paese, molti erano analfabeti, non tutti sapevano scrivere. Ma c’era anche chi “ci provava”. Questa missiva (priva purtroppo di contenuto) riporta una calligrafia a tratti quasi incomprensibile.

Leggi tutto

AFRONTI IL BARONE…

Siamo nel 1949. Settantuno anni fa. Immediato dopoguerra. L’Italia era appena uscita, a pezzi, dalla Seconda Guerra Mondiale. Il livello di alfabetismo era basso, soprattutto nelle regioni del Meridione. Nel 1951, due anni dopo, l’analfabetismo (ovvero, coloro che non riuscivano a leggere e scrivere) in Italia venne misurato dal censimento generale: Piemonte 3%, Valle d’Aosta

Leggi tutto

LA CARTA ANNONARIA…

In circolazione dal 1940 al 1949, pensata per controllare il razionamento dei generi alimentari, la “Carta Annonaria” venne quasi da subito ribattezzata dal popolo come “tessera della fame“. Si trattava di un documento, nominativo con le generalità del possessore, bimestrale, e che consentiva di recarsi da un negoziante autorizzato per ricevere generi alimentari o di

Leggi tutto

HO LO STOMACO DILATATO…

Nella vita quotidiana può capitare l’imprevisto o il contrattempo. Oggi, se capita un problema al lavoro, prendiamo il telefono e chiamiamo chi ci sta attendendo per dire che faremo tardi. Oppure usiamo i social, mandiamo messaggini, Whatsapp, Messenger, o quant’altro. Facile, immediato, e gratis. Ma un tempo non era così. Catapultiamoci con l’immaginazione nel 1940.

Leggi tutto

CAMPO DI INTERNAMENTO “LE FRASCHETTE” (ALATRI, FR): UNA FRANCHIGIA POSTALE

Presso la frazione “Le Fraschette” di Alatri (Frosinone) era attivo un campo di internamento per civili. A differenza dei campi per prigionieri di guerra vigilati dall’autorità militare, i campi di internamento per civili (un centinaio in tutta Italia) erano gestiti dalla Direzione Generale di Pubblica Sicurezza del governo fascista. L’internamento civile veniva eseguito nei confronti

Leggi tutto

LA DALMATIENNE, SOCIÉTÉ FRANÇAISE DES FORCES HYDROÉLECTRIQUES DE LA DALMATIE

Come noto, l’Istria, Fiume e la Dalmazia tra la fine delle due guerre furono ufficialmente territorio italiano. Non stranisce, quindi, ritrovare una busta affrancata con un francobollo italiano del Regno annullato nel 1941 con il tondo “SEBENICO POSTE (DALMAZIA)”. E non stranisce nemmeno che al retro riscontriamo le tracce della censura tedesca: la busta venne

Leggi tutto

TI REQUISISCO ANCHE GLI PNEUMATICI!

Il 23 dicembre 1940 venne promulgato il Regio Decreto n.1833 che obbligava alla denuncia e consentiva la requisizione degli pneumatici esistenti presso i commercianti o in dotazione alle autovetture di proprietà privata, naturalmente a favore delle autorità militari. E per dare seguito a detto decreto, la Commissione Requisizione Pneumatici di Lecce invia l’8 ottobre 1942

Leggi tutto

…O ALMENO GETTARSI BOCCONI SOTTO LE PIANTE!

Dopo l’8 settembre 1943 nell’Italia del Nord si costituì la RSI, la Repubblica Sociale Italiana. Per molti viene considerato uno stato “fantoccio” in quanto voluto, e in parte anche controllato, dalla Germania nazista. In ogni caso, per gli Alleati era il nemico da combattere. Le incursioni aeree nei territori dell’Italia settentrionale erano sempre possibili, e

Leggi tutto

SI INTRATTENEVA SESSUALMENTE CON…

Per una volta esuliamo un po’ da un discorso strettamente postale, sebbene questo tipo di documenti vada sicuramente a supporto di più ampia documentazione postale relativa a questo argomento. Parliamo di POW, Prisoners Of War, Prigionieri Di Guerra. I soldati, catturati dal nemico in guerra, dovevano essere trattati secondo precise regole che garantivano loro una

Leggi tutto

ALLOGGI A 6 EURO AL GIORNO!!

Siamo nell’aprile del 1944, a Roverbella (Mantova). Qui gli alleati sarebbero arrivati soltanto un anno dopo; il territorio era amministrato ancora dal regime fascista ma, di fatto, gestito dai tedeschi. Quest’ultimi alloggiavano in case confiscate o, nelle migliori delle ipotesi, in sistemazioni in affitto. E’ quest’ultimo il caso della nostra cartolina spedita dal Podestà del

Leggi tutto

REPUBBLICA O MONARCHIA?

Oggi, 2 giugno, festa della Repubblica. Perchè il 2 giugno 1946 gli Italiani vennero chiamati al voto tramite un referendum istituzionale per scegliere tra Monarchia e Repubblica. E, sebbene con una percentuale non schiacciante (54,3%), scelsero la Repubblica. Come votarono? Con questa scheda. Riproduzione riservata.

SONO PRIGIONIERO!

Certe missive in tempi di guerra si sperava di non riceverle mai. Siamo nel 1943, il 12 giugno, e un marito scrive alla propria moglie. Con la stessa naturalezza con cui dice di stare bene e in perfetta salute, comunica: “Dalla presente apprenderai che sono prigioniero […] Sono in mano degli Americani i quali ci

Leggi tutto

LA GUERRA E’ FINITA!

Così scrive questo soldato del 43° Fanteria ai propri genitori. “…sono veramente contento e felice come lo sarete voi con questa bella novità di questa sera, che è terminata la guerra…“. Questa lettera venne spedita il 9 settembre 1943, l’indomani di quel fatidico 8 settembre quando il maresciallo Badoglio firmò a Cassibile l’armistizio con gli

Leggi tutto

SE NON DI PRESENZA MA CON PENSIERO VI SONO VICINO

Siamo nel 1943, prima dell’Armistizio, era in pieno svolgimento la Seconda Guerra Mondiale, e i militari di ogni fazione venivano normalmente fatti prigionieri. In base alla Convenzione di Ginevra del 27.7.1929, i militari catturati in zona di guerra (P.O.W., Prisoners Of War) dovevano godere di precisi diritti. Ad esempio, l’art.2 cita: «Essi devono essere trattati

Leggi tutto

CAMPO DI INTERNAMENTO “LE FRASCHETTE” (ALATRI, FR)

Presso la frazione “Le Fraschette” di Alatri (Frosinone) era attivo un campo di internamento per civili. A differenza dei campi per prigionieri di guerra vigilati dall’autorità militare, i campi di internamento per civili (un centinaio in tutta Italia) erano gestiti dalla Direzione Generale di Pubblica Sicurezza del governo fascista. L’internamento civile veniva eseguito nei confronti

Leggi tutto

©2018-2023 Sfizi.Di.Posta - Riproduzione riservata - Tutti i diritti riservati | Privacy | Copyright | WordPress Theme: Chilly