UNA SCROFETTA DI CIRCA 30 KG…

Siamo nel 1923. Il signor Idelfonso Stanga, Cavaliere del Lavoro (come “discretamente” annotato nel frontespizio della cartolina che mostro oggi), residente a Crotta d’Adda (Cremona), scrive a un egregio signore di Gazzo (Padova). Generalmente, per posta si spediscono dei documenti, degli oggetti, una volta anche dei soldi, al limite dei generi alimentari. Cosa invece offriva…

Leggi tutto

APPALTI IN 7 PUNTI

A cavallo tra le due guerre era attiva a Roma, con sede in via Aterno, un’impresa di impiantistica elettrica e telefonica, la Società Anonima Zois. Niente di particolarmente strano, sin qui. Ritrovo una cartolina prestampata, con il destinatario anch’esso prestampato (quindi segno che la cartolina era stata prodotta dal destinatario stesso), e con un casellario…

Leggi tutto

TELEFONATE AL DIRETTORE!!!

Oggi mostro una normalissima busta che doveva contenere una letterina che però purtroppo è mancante. Siamo nel 1948, nell’immediato dopoguerra. L’Italia si lecca le ferite e tenta di rialzarsi. Chi spedisce sta a Trento, chi riceve ad Avio, un piccolo comune della parte bassa della provincia di Trento che all’epoca contava 3700 abitanti (oggi non…

Leggi tutto

BRETELLE E GIARRETTIERE!!

Siamo nel 1928. Una ditta scrive a un egregio signore di Padova. E lo scrivente, la ditta Maggi & Pagani di via Ennio 19 a Milano, fabbricava e vendeva bretelle, giarrettiere ed affini. Le bretelle sono note da 300 anni almeno, dai tempi della rivoluzione francese, anche se le bretelle come le conosciamo noi vennero…

Leggi tutto

TI GEOLOCALIZZO NEL 1926!

Avete fatto caso che sono spariti dalle automobili italiane quei grossi volumoni, spesso sempre molto sgualciti per il troppo uso, che si chiamavano “Atlanti stradali”? I diciottenni di oggi forse non sanno nemmeno come erano fatti… Certo, perchè oggi sono superflui. Oggi se vogliamo andare da qualche parte con la nostra automobile usiamo il navigatore….

Leggi tutto

NON ABBIAMO TEMPO DA PERDERE!!

La Belenghi Valeriano & Fratelli di Cremona non aveva tempo da perdere. No. Nel 1925 non si poteva stare a scrivere lunghe lettere e perdere preziosi minuti del proprio prezioso tempo. E allora trovarono un sistema perfetto per rispondere ai clienti che scrivevano loro. L’ingegnoso sistema consisteva in una cartolina sulla quale andava appuntato giusto…

Leggi tutto

SONDAGGI, SONDAGGI, SONDAGGI

Oggi non ne possiamo più. Siamo circondati da sondaggi, richieste di opinioni, informative, e quant’altro, sia online che telefonicamente. E ne siamo così soprassaturi che non appena vediamo la parola “sondaggio” nell’oggetto di un’email, la cestiniamo senza pietà e senza appello. Eppure, il sondaggio è l’anima del marketing. Senza dati, proiezioni, trend, interesse, nessuna ditta…

Leggi tutto

VENDO UN FASTOSO SALONE, BAROCCO AUTENTICO

Ti capita per le mani una cartolina spedita nel 1937 da un avvocato di Napoli al Podestà di Pietramelara (NA), e pensi ovviamente a qualche questione legale o finanziaria relativa a quel comune. Vedi l’affrancatura, i bolli, la giri, ed ecco la sorpresa. Il nostro avvocato, infatti, non scrive al Podestà per questioni ufficiali. No….

Leggi tutto

LA STAMPA CHE CONTROLLAVA LA STAMPA

Nel 1901, Ignazio Frugiuele fonda ”L’Eco Della Stampa”, in Piazza Lucina a Roma. L’idea la importò da Parigi quando venne a conoscenza, durante una sua visita nella capitale francese, di due uffici di ritagli di giornale, i cosiddetti ”Bureau de Coupures”. Il successo dell’idea di Frugiuele determinò lo spostamento della sede a Milano nel 1904….

Leggi tutto

MA COME STO BENE CON QUESTO CAPPELLO DI PAGLIA!

Potrebbe essere questo il vezzo davanti a uno specchio di una dama dell’Ottocento mentre ammira il nuovo cappello di paglia appena acquistato! Difatti, il cappello di paglia di Firenze, noto anche come Leghorn (nome inglese della città di Livorno), vanta una tradizione plurisecolare. Caratterizzato da 40 giri di trecce di 13 fili ciascuna, cucite tra…

Leggi tutto

VICINO ALBERGO ANIMETTE

Oggi per recapitare una corrispondenza occorre essere quanto più precisi possibili nel riportare l’indirizzo del destinatario. Nome, Cognome, Indirizzo, Civico, eventuale Scala o Interno, CAP, Città, Provincia, Nazione. Una volta, quando la mole di corrispondenza era inferiore e quando anche i destinatari erano in numero minore di adesso, si poteva anche omettere qualcosa. Ma a…

Leggi tutto

SPEDIRE UNA LETTERA IN CARCERE

Quando si sta in regime detentivo, evidentemente le comunicazioni con gli altri e con l’esterno assumono un’importanza quasi vitale. La posta, quindi, in questo assume un ruolo primario. Ma non soltanto verso l’esterno, per comunicare con i propri cari; ma anche verso l’interno, per le comunicazioni tra carcerati, soprattutto quando (come nel caso che mostro…

Leggi tutto

AVVISO DI PASSAGGIO: CORTESIE D’ALTRI TEMPI

Oggi se un fornitore deve passare presso un esercizio commerciale, prende e passa. Semplicemente. Ma un tempo non era così. Un tempo non ci si presentava senza annunciarsi. E addirittura ci si annunciava per lettera, anzi per cartolina. Come? Inviando un cosiddetto ”Avviso di passaggio”. Quella che vediamo qui è una cartolina inviata nel 1932…

Leggi tutto

INTRIGHI DA SVENTARE

E’ il 3 giugno 1926, e una lettera parte dal Manicomio Interprovinciale ”Vittorio Emanuele II” di Nocera Inferiore. Destinazione Bari. Pur essendo trascorso molto tempo, vista la delicatezza della situazione, ho preferito nascondere le generalità del mittente e del destinatario. Chi scrive è un internato del Manicomio il quale, certo di essere vittima di un…

Leggi tutto

NIENTE FAVORITISMI AL RACCOMANDATO DEL DIRETTORE!

L’Osservatorio Vesuviano è un’istituzione scientifica tra le più importanti al mondo nel settore della vulcanologia e della sismica. Basti pensare che venne inaugurato nel 1845 e che da lì passarono personaggi come Alexander von Humboldt, Macedonio Melloni, Luigi Palmieri, Giuseppe Mercalli, Raffaele Vittorio Matteucci, Frank Perret, Giuseppe Imbò: il gotha della vulcanologia per decenni. Tra…

Leggi tutto

NEL 1889 SI EMIGRAVA IN SUD AMERICA…

La Veloce era una società di navigazione con sede a Genova fondata nel 1884. Effettuava servizio regolare con l’America del Sud, la cosiddetta ”LINEA DEL PLATA”, garantendo il trasporto commerciale, postale, e soprattutto quello delle persone che emigravano in questi paesi, Argentina e Uruguay in testa. Nel 1901 la Navigazione Generale Italiana, la più grande…

Leggi tutto

UN’ESPOSIZIONE MONDIALE CHE NON SI FECE

Un’Esposizione Mondiale certo non la si organizza dall’oggi al domani. Lo abbiamo visto di recente a Milano, per l’Expo 2015. Oggi c’è una logistica avanzata, tecnologia, materiali, eppure anche oggi servono gli anni per programmare e realizzare un’esposizione mondiale. Non di meno accadeva 136 anni fa, quando appunto nel 1882 il Comitato Centrale per l’Esposizione…

Leggi tutto

UNA PAGELLA DI 137 ANNI FA!!

Il 28 giugno 1680, a Fano, venne aperto per volontà di Guido Nolfi, insigne giurista locale, un Collegio che avrebbe dovuto ospitare gratuitamente dodici giovani nobili della città per lo studio del diritto e della medicina. Dopo svariate vicissitudini, compresa la trasformazione in Università Pontificia, il 6 novembre 1860 a seguito di un decreto del…

Leggi tutto

E SI SGAGGI, PERDINCI!!

Come noto, a cavallo tra il ‘700 e l’800 in Francia si avviò la coltivazione intensiva di barbabietole da cui estrarre lo zucchero, di primaria necessità per quei paesi che non potevano importarlo dalle Americhe (dove si estraeva dalla canna). In Italia la coltivazione delle bietole prese piede nel tardo ‘800 (lo stabilimento di Rieti,…

Leggi tutto

MIGRANTI NEL 2018 O NEL 1911?

“Prima di decidervi, pensateci bene, e non vi fate illusioni. Colui che trova del lavoro nel suo paese, non vada all’estero: meglio due in casa propria che quattro in casa d’altri“. Inizia così questo libretto di 54 pagine dal titolo “VADEMECUM DELL’EMIGRANTE” edito nel 1911 dalla Società Dante Alighieri a favore di tutti gli Italiani…

Leggi tutto

QUANDO NELLE OSTRICHE SI TROVANO LE PERLE!

Nel 1882 l’armatore italiano Raffaele Rubattino “acquistò” la baia di Assab per farne un porto d’approdo per le proprie navi. Iniziava così di fatto la colonizzazione dell’Eritrea da parte dell’Italia, colonia che venne ufficialmente annessa all’Italia a partire dal 1890 (Regio Decreto n. 6592 dell’1 gennaio 1890), con capitale Massaua. Il 15 dicembre 1898 (poi…

Leggi tutto

CURRICULUM D’ALTRI TEMPI

Oggi esistono i modelli, i curricula europei, etc. Una volta era tutto più semplice. Tipo ad esempio nel 1944. Accade dunque che una ragazza di Genova Prà “diciottenne, graziosa, diplomata, studentessa universitaria, seria e volenterosa” proponga la propria candidatura a Il Secolo XIX​ semplicemente scrivendo una lettera e candidamente dichiarando di trovarsi “in assoluta necessità”…

Leggi tutto

ETICHETTE PER PROFUMI

Questa è una storia che riguarda la filiale di Milano della famosissima profumeria L. T. Piver, la più antica profumeria di Francia che, dal 1774, ha servito anche numerosi reali come Re Luigi XVI e Guglielmo IV. La Piver di Milano nel 1934 scrive, in veste di fornitore, una missiva alla Profumeria Ferappi di Foligno…

Leggi tutto

BESTEMMIA E TURPILOQUIO!

Qualche giorno fa abbiamo visto una corrispondenza relativa ai cartelli contro lo sputo. Ma se la campagna contro lo sputo muoveva da ragioni sanitarie di specifico interesse del regime fascista, in questo caso la bestemmia e il turpiloquio, sebbene fossero osteggiate dallo stesso regime con cartelli analoghi, trae origini più lontane nel tempo, nell’800. Se,…

Leggi tutto

SENTI QUESTO PEZZO!

Certo, oggi è facile: ti condivido il video su YouTube, ti passo l’MP3, ti incollo il link su Facebook. Ci vuole un secondo per condividere un pezzo musicale con chi vogliamo. Nell’era del non-digitale, però, non era così semplice. Come fare, allora? Beh, semplice: si prendeva il vinile, e si spediva!! Sembrerà assurdo, oggi, solo…

Leggi tutto

VIETATO SPUTARE!!

Nel 2013, a Shenyang, nella Cina settentrionale, sono state istituite delle ronde antisputo: 200 addetti che se ti beccano sputare per strada ti multano con 20 yuan (circa 2 Euro). Ma se in Cina ciò viene fatto evidentemente per una questione di decoro, negli anni ’30, in Italia, il problema dello sputo era invece legato…

Leggi tutto

ACQUE IMMONDE E PUZZOLENTI!

La Guardia di Polizia della Brigata di Norcia, Compagnia di Spoleto, riferisce al Governatore di Norcia sull’abitazione di Angelo Nicolanti: “…abbiamo osservato che dalla finestra di detta abitazione si gettano acque immonde che formano stagno per cui rende non poca puzza e ciò per mancanza di sciacquatoio controllato in detta casa…“. E’ il 9 agosto…

Leggi tutto

PERSONA AVVISATA, MEZZA SALVATA !!

Potrebbe benissimo essere parte della sceneggiatura di un romanzo di Camilleri! Potrebbe benissimo essere una lettera che una misteriosa signorina Maria consegna nelle mani del Commissario Montalbano! Ma siamo a Napoli, non a Vigata. E’ il 10 luglio 1947 e la signorina Maria riceve una lettera anonima. E’ scritta a macchina, come si addice alle…

Leggi tutto

…E RICORDATI DEGLI AMICI!!

Siamo a Palermo, agosto 1948. Si è appena insediata a Roma la prima Legislatura (8 maggio 1948 – 24 giugno 1953). E nelle fila degli eletti della Democrazia Cristiana risulta l’onorevole a cui è indirizzata la sottostante cartolina di cui, tanto per rimanere in tema omertoso, non farò il nome.. Come è possibile leggere molto…

Leggi tutto

DALLA CELLA 64, BRACCIO 1, CARCERE GIUDIZIARIO DI ROMA

E’ il 23 dicembre 1923, antivigilia di Natale. Il clima delle feste appesantisce evidentemente la privazione della libertà che già normalmente si patisce quando si è in carcere. Un detenuto, tale Pasquale Barba-Gaglione, “ospite” della cella 64 del blocco 1 del Carcere Giudiziario di Roma, scrive al Comandante cavaliere Moscatelli, indirizzando la sua missiva con…

Leggi tutto

BIZZARRO, MA ELEGANTE!

Il Circo Bizzarro di Fioravante Bizzarro si proclamava “il più elegante circo italiano“. E doveva probabilmente essere così. In questa cartolina, datata 12 giugno 1939, l’amministratore del Circo Bizzarro chiedeva al Podestà di Paternò (Catania) il permesso per installare lo spettacolo. Certo, ogni scarrafone è bello a mamma soja, però magari il proprietario aveva ragione…

Leggi tutto

UN MILIARDO DI INFEDELI !!

Inizia così l’esortazione di questa cartolina degli anni ’20 di fattura francese. Spedita da Ukkel (Belgio) a Parigi il 10 luglio 1925, sul recto della cartolina il messaggio è molto chiaro: “Rimane un miliardo di infedeli da convertire. Diventate membri dell’Opera pontificale di Propaganda Fide. Aiutate l’Opera pontificale di San Pietro apostolo per la formazione…

Leggi tutto

LA MAGA TURCA!

Un “mago” è una persona con poteri magici: uno sciamano, uno stregone, un alchimista, … In molte popolazioni la magia ha una sua antica tradizione, che a volte si intreccia con la medicina, con l’erboristeria, e con materie del tutto lecite e rigorose. Purtroppo, c’è però anche chi fa leva sulle credenze popolari e si…

Leggi tutto

LO VUOI FARE UN GIRO SUI SEGGIOLINI?

Chi di noi non ha mai fatto un giro sulla giostra a seggiolini? Nota anche come “catenelle”, “giostra delle catene”, “seggiolini volanti”, o più folkloristicamente “calcinculo”. Quest’ultimo termine da l’esatta misura di ciò che avveniva in quella giostra mentre i seggiolini giravano vorticosamente e velocemente attorno al perno centrale. Per afferrare la bandierina che, di…

Leggi tutto

©2018-2021 Sfizi.Di.Posta - Riproduzione riservata - Tutti i diritti riservati | Privacy | Copyright | WordPress Theme: Chilly