VOTAZIONI ELETTORALI CENT’ANNI FA

Tra pochi giorni si vota. Ovviamente e scontatamente, come direbbe “Cetto la qualunque”, Sfizi.Di.Posta si astiene totalmente da qualsiasi commento in merito dal momento che questa rubrica si occupa di storia e di storia postale, non certamente di politica. Eppure un legame stavolta c’è, ma è sempre relativamente a un documento postale, quello che mostriamo…

Leggi tutto

LA PREGO DI GRADIRE…

Il compleanno è stato un festeggiamento per lungo tempo ritenuto pagano in quanto legato all’idolatria. I primi a festeggiare il genetliaco furono infatti i faraoni egizi, ma la situazione non cambiò nemmeno con Greci e Romani: significativa la festa del Dies Natalis Solis Invicti, dedicata alla nascita del Sole, istituita da Aureliano nel 274. Al…

Leggi tutto

LEONARDO DI SANTA NINFA E ANGELINA DI ORRIA SPOSI A NEW YORK NEL 1925

Non potrà mai essere uno ‘sfizio’ a riuscire a riassumere compiutamente quel che ha significato, in termini storici, sociali, economici, etc, l’emigrazione italiana verso le Americhe a cavallo tra l’800 e i primi del ‘900. Per non parlare dei distinguo che necessariamente vanno fatti in funzione della località di partenza, e quindi del diverso contesto…

Leggi tutto

E LUCE FU!

In genere, ci sono alcuni motivi per cui un Consiglio Comunale viene sciolto e il Prefetto invia un Commissario per la straordinaria amministrazione. Oltre l’infiltrazione mafiosa (che però è motivazione nata di recente, non c’era ai tempi del documento postale che vedremo oggi), i motivi più frequenti possono essere per: violazioni di legge o di…

Leggi tutto

ALLE DUE TORRI

Il 26 maggio 1864 parte una missiva da Faenza diretta a Bologna. Sia Faenza che Bologna facevano parte della ‘Legazione delle Romagne’, uno dei distretti dello Stato Pontificio. Con il plebiscito dell’11-12 marzo 1860 tutta la zona venne quindi annessa al Regno di Sardegna, che diverrà Regno d’Italia l’anno dopo. In quel periodo (dall’1.1.1863 al…

Leggi tutto

A CERCARLO CI PENSA ROMA APPIO!

Oggi se parti per le vacanze la corrispondenza può seguirti in villeggiatura, all’indirizzo che indichi tu e per il periodo che vuoi tu: Poste Italiane prevede l’apposito servizio a pagamento “Seguimi”. Altrimenti, se sei assente da casa, le alternative sono ben poche. Se nessuno può ritirare la corrispondenza per te, questa inevitabilmente si accumulerà nella…

Leggi tutto

IGNAZIO E VINCENZO FLORIO

Sintetizzare in uno ‘sfizio’, per quanto lungo lo possa scrivere, la saga della famiglia dei Florio in Sicilia è impresa ardua per non dire impossibile. In bibliografia ho inserito qualche proposta letteraria per chi avesse piacere ad approfondire l’argomento con un bel libro sotto l’ombrellone. Qui mi limito a raccontare i tratti salienti di una…

Leggi tutto

BERSAGLIATO DAGLI INVIDIOSI!

Invidie, calunnie, pugnalate alle spalle. Sul luogo di lavoro, a volte, lavorare può diventare insopportabile. Certo, dipende da tante cose, e generalmente nelle piccole aziende, maggiormente controllate, questo non avviene. Ma nella pubblica amministrazione o nelle grandi aziende può essere molto più frequente. E ciò che avviene oggi è avvenuto anche ieri, e la storia…

Leggi tutto

GUIDO LEVI, MEDICO, ANTIFASCISTA, A TUNISI

Del confino politico ce ne siamo occupati in lungo e in largo. Abbiamo visto le più importanti e numerose colonie confinarie, sia sulle isole che sulla terraferma. E abbiamo imparato a comprendere le condizioni di privazione e limitazioni che i confinati subivano. Oggi quindi non parleremo di un luogo, ma di una persona. Una persona…

Leggi tutto

CONFINO POLITICO IN TERRA MOLISANA

Il Molise non esiste. Quante volte abbiamo sentito questa affermazione superficiale quanto ignorante? “Ignorante” non nel senso offensivo del termine, ma in quello letterale. Perché, in effetti, chi afferma che il Molise non esiste evidentemente “ignora” quale terra meravigliosa essa sia. E, sebbene sia pubblicità totalmente gratuita da parte mia, bene fa (come possiamo vedere…

Leggi tutto

CONTRO IL PUGNALE DELL’INTRIGO!

Che cosa avrà combinato mai l’avvocato Francesco per scrivere questa lettera al suo amico avvocato Alfredo? Ma andiamo con ordine. E’ il 14 maggio 1951 e da Buenos Aires, Argentina, parte questa raccomandata aerea per Napoli. Arriva a Roma, a Fiumicino, il 18 maggio alle 5:00 del mattino, e quindi viene subito inoltrata a Napoli,…

Leggi tutto

ERA UN’ALTRA DOROTEA!!!

Novembre 1942. La guerra imperversa, ma i fronti della battaglia sono ben lontani dai confini italiani. Che i carri sovietici per la prima volta ebbero il sopravvento sulle truppe germaniche attraverso l’Operazione Urano era questione che riguardava Stalingrado ma non certo Pomigliano d’Arco. Proprio tra Napoli e Pomigliano d’Arco, infatti, avviene la storia che stiamo…

Leggi tutto

AIUTATE LE POVERE ORFANELLE!

Italiani, popolo generoso? Sì, lo si è sempre detto, lo disse Pertini in una sua celebre frase, lo dicono gli stranieri. Poi, certo, c’è chi se ne approfitta, ma in linea generale il popolo italiano è generoso. Lo sapevano anche alla Pia Opera Orfanelle dell’Addolorata per bambine povere e abbandonate, in via Tommaso Gulli 14,…

Leggi tutto

POLESINE, 70 ANNI FA

Ieri, 14 novembre 2021, ricorrevano i 70 anni da quell’immane tragedia. Pochi i media che ne hanno parlato. E, da filatelista, aggiungo che ci stava pure bene l’emissione di un francobollo… (ma questa è un’altra storia). Sfizi.Di.Posta vuole invece ricordare. Lo fa ogni giorno, con i suoi ‘sfizi’: ricorda fatti, avvenimenti, persone. Onora la loro…

Leggi tutto

FRANCESCO CRISPI E I FASCI SICILIANI

Per raccontare oggi dei fatti cennati nel titolo, Sfizi.Di.Posta si avvarrà di un telegramma inviato il 16 maggio 1894 da Roma e ricevuto a Chiaramonte Gulfi (Ragusa) l’indomani. Il testo del telegramma dice semplicemente: «Grazie pel vostro telegramma Crispi» ed è indirizzato al Deputato Nicastro. Al lettore saranno già drizzate le orecchie nel sentire questi…

Leggi tutto

LAMPEDUSA, PORTA DEL MEDITERRANEO E LUOGO DI CONFINO

Su Sfizi.Di.Posta ho già trattato le altre isole che durante il regime fascista furono luogo di confino politico. A questi contributi rimando per ogni ulteriore approfondimento, anche di tipo generale su cosa fu il confino politico dal 1926 al 1943. – Ponza: http://www.sfizidiposta.it/2020/05/29/ti-spedisco-a-ponza-al-confino/ https://www.facebook.com/sfizidiposta/posts/1188053664874778 – Ventotene: http://www.sfizidiposta.it/2020/06/12/ventotene-tra-europa-e-confino/ https://www.facebook.com/sfizidiposta/posts/1191592707854207 – Ustica: http://www.sfizidiposta.it/2020/06/25/al-mare-a-ustica-no-al-confino/ https://www.facebook.com/sfizidiposta/posts/1213930402287104 – Lipari: http://www.sfizidiposta.it/2020/08/03/confinati-politici-sulle-spiagge-nere-di-lipari/…

Leggi tutto

PLURILAUREATA OFFRESI!

La pubblicità è l’anima del commercio. Si sa. Così come la promozione di un prodotto o di un servizio. Così come l’autopromozione. E’ quanto appare dalla lettura del testo prestampato in tipografia (la Tipografia dell’Ancora di Siena, attiva tra l’Ottocento e il Novecento) di questa missiva spedita appunto da Siena il 19 agosto 1894. E’…

Leggi tutto

PANTELLERIA: AI CONFINI DEL CONFINO (POLITICO)

Se nomino Pantelleria cosa vi viene in mente? Sicuramente il mare, spiagge assolate, calette, grotte, falesie al tramonto, paradisi incantevoli. Ma anche il passito, il vino liquoroso derivante da uve zibibbo, e i capperi IGP, due prodotti che hanno letteralmente trainato l’economia di quest’isola e l’hanno fatta conoscere in tutto il mondo. Ma Pantelleria in…

Leggi tutto

TUTTE LE STRADE PORTANO A EDOLO!

La pubblicità è l’anima del commercio, diceva Henry Ford. Ed è indubbiamente così a tutti i livelli, anche per quanto riguarda la promozione turistica. Sotto spinta dell’ENIT, l’Ente Nazionale Italiano per il Turismo (oggi “ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo”), le varie Pro Loco hanno promosso e promuovono il proprio territorio in ogni modo e…

Leggi tutto

LA DURA VITA DEL CONFINATO POLITICO A FAVIGNANA

Torniamo a parlare di confino politico. Lo abbiamo già fatto in più occasioni, e a questi contributi rimando per evitare di ripetere cose già dette: – Ponza: http://www.sfizidiposta.it/2020/05/29/ti-spedisco-a-ponza-al-confino/ https://www.facebook.com/sfizidiposta/posts/1188053664874778 – Ventotene: http://www.sfizidiposta.it/2020/06/12/ventotene-tra-europa-e-confino/ https://www.facebook.com/sfizidiposta/posts/1191592707854207 – Ustica: http://www.sfizidiposta.it/2020/06/25/al-mare-a-ustica-no-al-confino/ https://www.facebook.com/sfizidiposta/posts/1213930402287104 – Lipari: http://www.sfizidiposta.it/2020/08/03/confinati-politici-sulle-spiagge-nere-di-lipari/ https://www.facebook.com/sfizidiposta/posts/1231433913870086 – Tremiti: http://www.sfizidiposta.it/2021/05/11/tremiti-luogo-di-confino/ https://www.facebook.com/sfizidiposta/posts/1463639050649570 Ancora una volta ci troviamo in un’isola che, come già…

Leggi tutto

VIENE IL DUCE, NON E’ POSSIBILE MANCARE!

Chi studia la storia postale della prima metà del Novecento si è sicuramente imbattuto nei biglietti postali del Regno da 50 centesimi. Si acquistavano, si scrivevano, si inumidiva il lembo dei tre lati aperti, si chiudeva e si spediva. Chi riceveva, strappava i tre bordi perforati, apriva il biglietto e leggeva. Semplicemente. L’affrancatura da 50…

Leggi tutto

FRIULI, QUARANTACINQUE ANNI FA…

Non è la prima volta che Sfizi.Di.Posta si occupa del sisma che il 6 maggio 1976 sconvolse il Friuli: – http://www.sfizidiposta.it/2019/05/06/1976-terremoto-del-friuli-43-anni-fa/ – http://www.sfizidiposta.it/2018/06/13/6-maggio-1976-devastazione-in-friuli/ Oggi lo fa per la terza volta, e oggi sono esattamente 45 anni da quel fatidico giorno. Cosa accadde alle 21:00:12 di quarantacinque anni fa lo sappiamo tutti. Poi oggi i media…

Leggi tutto

SE VOLETE PRENDERE LO NOMINATO…

Beh, si sa, una delazione fatta anonimamente pone chi la fa al sicuro. Ancor più se la delazione non riguarda futili motivi. E’ il 1958, non riesco a leggere giorno e mese dall’annullo poco inchiostrato. Siamo in Sicilia, e precisamente a Catania. Dalla città etnea parte una cartolina, scritta a matita. Destinazione: Cattolica Eraclea, provincia…

Leggi tutto

AI TEMPI DEL BREFOTROFIO…

Oggi è tostarella. Non è una storia facile da digerire. Ma certe cose vanno raccontate per evitare che ricapitino. Oggi parliamo di bambini. Illegittimi o abbandonati. Nel 787, l’arciprete Dateo, con l’idea che occuparsi dei bambini nati da relazioni illegittime o abbandonati fosse un gesto di carità cristiana, fondò a Milano uno xenodochio, ovvero un…

Leggi tutto

DISPERSO O IRREPERIBILE?

«Come parla? Come parla? Le parole sono importanti.» Così inveiva Michele-Nanni Moretti, portandosi una mano sul cuore dolente, contro il reporter con cui stava dialogando, in una delle scene madri di Palombella Rossa. Ed è effettivamente così. Perché utilizzare (esempio) “complaint” se in Italiano esiste “protesta”, “rimostranza”, “lagnanza”, “lamentela”, “reclamo”, “disturbo”, “malessere”, etc, termini che…

Leggi tutto

DATEMI UNA “A”? NO! DATEMI UNA “T”!

Quando parliamo di emigrazione italiana ci viene immediatamente in mente lo stereotipo del meridionale imbarcato su una nave per gli Stati Uniti d’America con una valigia di cartone tenuta insieme con lo spago. Eppure, appunto, di stereotipo si tratta. Le correnti migratorie hanno sempre interessato tutti i popoli, chi più, chi meno. Anche in Trentino….

Leggi tutto

ERAVAMO (O SIAMO?) UNA REPUBBLICA DELLE BANANE!

Mai titolo fu più azzeccato. Non perché voglia, qualunquisticamente, denigrare quanto l’Italia faccia o abbia fatto. Ma perché per circa vent’anni siamo stati davvero la Repubblica delle banane. Come diceva Totò, vengo e mi spiego. Con Regio Decreto-Legge n.2085 del 2.12.1935, poi convertito in Legge n.899 del 6.4.1936, veniva istituito (con decorrenza 1.1.1936) il monopolio…

Leggi tutto

PACCO PER ECCLESIASTICI!

Certo che, detto così, lascerebbe la porta aperta a mille interpretazioni! Sta però di fatto che proprio di questo si tratta, di un pacco per ecclesiastici. Ma andiamo con ordine. Siamo agli inizi del ‘900, e in via Solferino 11 a Milano ha sede una ditta dal nome stranissimo: “AL DISASTRO COMMERCIALE”, di Antonio Toja….

Leggi tutto

MI FA PROVARE LA PUNTA DE MARCHIS ETERNA?

De Marchis? No, non si tratta dell’avvocato De Marchis, in “Febbre da cavallo” compagno di scommesse di Mandrake, Felice e d’er Pomata, così squattrinato da dover privare il suo cavallo persino della biada. Il De Marchis dello sfizio di oggi è di qualche decennio prima e tratta tutt’altro che cavalli. La cartolina che mostro oggi…

Leggi tutto

I BELGI CHE PORTARONO L’ACQUA SUL VESUVIO!

E’ davvero difficile trovare interi archivi di corrispondenza, per cui c’è da ritenersi fortunati quando si trova un blocco di corrispondenza, come in questo caso, composto da 8 tra pieghi e cartoline, spediti tra il 1913 e il 1947, e indirizzati o provenienti dallo stesso corrispondente: l’Acquedotto Vesuviano. Lo sfizio di oggi sarà quindi più…

Leggi tutto

FAKE NEWS DI CENT’ANNI FA…

Oggi siamo sommersi di ‘fake news‘. Dare per scontata la validità di una notizia letta su Facebook e riportarla tal quale senza prima verificarne l’attendibilità ci espone a rischi elevatissimi di fare figuracce miserrime, oltre che alimentare una pericolosissima disintermediazione. Oggi, per confutare un’accusa ci si pone come obiettivo non di portare argomentazioni contrarie, ma…

Leggi tutto

FURBETTI DEL CARTELLINO NEL 1930!

Ogni tanto, tra le notizie del telegiornale sentiamo di quel dipendente comunale che si è assentato per fare la spesa ma ufficialmente risultava al lavoro perché l’amico-collega aveva timbrato il cartellino per lui. Ne abbiamo sentite talmente tante di queste storie che non ci facciamo nemmeno tanto più caso. Eppure c’era un tempo in cui…

Leggi tutto

UNA CARTOLINA DAL GENERALE GRAZIANI!

Vicegovernatore della Tripolitana e della Cirenaica dal 1930 al 1934. Governatore della Somalia dal 1935 al 1936. Viceré d’Etiopia dal 1936 al 1937. Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano dal 1939 al 1941. Governatore della Libia dal 1940 al 1941. Ministro della guerra della Repubblica Sociale Italiana dal 1943 al 1945. Chi può vantare un…

Leggi tutto

I VALSAVOIA

Appena al di fuori del territorio urbano di Lentini (Siracusa) c’è una contrada che porta un nome importante: Valsavoia. Si potrebbe pensare che l’origine di questo nome abbia qualche attinenza con la casa torinese dei Savoia, ma in realtà così non è. Il feudo di Valsavoia, o Valsavoja, trae origine direttamente in terra sicula, nel…

Leggi tutto

40 ANNI FA, TERREMOTO DELL’IRPINIA

Quarant’anni fa, e precisamente alle ore 19:34:53 di domenica 23 novembre 1980, per 90 interminabili secondi la terra tremò in un’area di 17.000 km² estesa tra l’Irpinia e il Vulture, a cavallo delle province di Avellino, Salerno e Potenza. L’ipocentro fu calcolato a circa 10 km di profondità, l’epicentro a Conza della Campania. Tra i…

Leggi tutto

VIETATO AI MINORI!

Diverse volte ho preso questa cartolina in mano con l’intenzione di pubblicarla. E tutte le volte, dopo averci pensato un po’ su, l’ho riposta nel raccoglitore. Però è troppo curiosa. E alla fine mi sono deciso, per quanto ritengo doverosa una premessa: lo sfizio di oggi è decisamente vietato ai minori! Si tratta di una…

Leggi tutto

NON TROVASI POVERA!

La Signora Giuseppa abitava a Mistretta, un comune in provincia di Messina che, all’epoca in cui si sono svolti i fatti, nel 1947, contava circa 11.000 abitanti, più del doppio rispetto a oggi, un calo demografico fisiologico e legato alla forte emigrazione per la mancanza di lavoro, come del resto accadde in tantissime realtà del…

Leggi tutto

PEI DANNEGGIATI DAL BRIGANTAGGIO…

Cosa fu il “grande brigantaggio” nelle regioni meridionali tra il 1861 e il 1865, ossia all’alba dell’Unità d’Italia, non serve probabilmente raccontarne. Del resto, chi lo desidera, in rete trova decine di risorse online sull’argomento. Al nostro scopo, ovvero quello di introdurre il documento che presento oggi, occorre ricordare che il brigantaggio crebbe notevolmente tra…

Leggi tutto

QUANDO A FONTANA LIRI SI INIZIO’ A PRODURRE POLVERE PIRICA…

Il comune di Fontana Liri, in provincia di Frosinone, lega il suo nome non soltanto per aver dato i natali a Umberto e Marcello Mastroianni, ma anche per l’importante installazione industriale che fu il Polverificio Militare. Approvata alla Camera dei Deputati la richiesta dell’allora ministro della Guerra, Ettore Bertolè-Viale, con la Legge n. 6776 del…

Leggi tutto

GRAZIE PER LA RICHIESTA MA PASSO

La musica da camera non ha certamente gli appassionati del rock’n’roll, ma è un’arte che è stata sempre seguita e che ha avuto i propri estimatori. Il pezzo che mostro oggi è una normalissima cartolina postale spedita il 9 settembre 1952 da Milano, ma è il suo contenuto ad essere estremamente interessante. Trascrivo intanto il…

Leggi tutto

CONCORSO BANDISTICO REGIONALE A UDINE!

Oggi ha (purtroppo) sicuramente perso d’importanza, ma un tempo far parte della banda della propria città era non soltanto fonte di sostentamento, ma anche lustro per sé e per tutta la propria famiglia. Tutte le grandi città avevano almeno un corpo bandistico, così come i comuni più piccoli potevano in molti casi vantare la presenza…

Leggi tutto

LA EX PSEUDO REPUBBLICA…

I periodi storici di transizione, generalmente alla fine di una guerra, sono sempre molto complessi e non avvengono mai in modo puntuale. Proprio per queste prerogative sono molto variegati, e quindi molto interessanti e studiati. Non fa eccezione il periodo dell’immediato dopoguerra al termine del secondo conflitto mondiale. Solo per ricordarlo sinteticamente ai più distratti,…

Leggi tutto

CHE DESOLAZIONE!

Il 14 maggio 1909, da Messina, viene spedita questa cartolina con destinazione Venezia. L’illustrazione della cartolina è drammatica: il Duomo di Messina, distrutto dal terremoto del 1908, visto da via San Giacomo. Non mi dilungo più di tanto sull’evento in sé, le notizie (abbondanti) sono facilmente reperibili in rete. Il terremoto di Reggio e Messina,…

Leggi tutto

CONFINATI POLITICI SULLE SPIAGGE NERE DI LIPARI…

Ritorniamo ancora una volta sull’argomento del confino politico. Per evitare inutili ripetizioni ma per comprendere in cosa è consistita la misura restrittiva del confino politico sotto il regime fascista, rimando agli ‘sfizi’ già pubblicati sull’argomento: Ponza, Ventotene, Ustica. E cambiamo nuovamente isola. Ritorniamo in Sicilia, alle Eolie, e precisamente a Lipari. La più estesa delle…

Leggi tutto

19 LUGLIO 1992

Oggi si deroga. Oggi non pubblico un documento postale. Si tratta di una diapositiva a colori datata 24 luglio 1992, dell’agenzia stampa “SIPA-PRESS” di Parigi, numerata 223.407. Stampigliata sulla diapositiva la dicitura “PHOTO CAVALLI” (a indicare evidentemente il fotografo) e “PALERMO OBSEQUES JUGE PAOLO BORSELLINO”. E’ uno scatto dei funerali di Paolo Borsellino. Ucciso dalla…

Leggi tutto

IN RITARDO CON L’AFFITTO!!

Di solito, quando in un mercatino si trova una busta con un’intestazione commerciale, all’interno quasi sicuramente si trova qualche comunicazione relativa all’attività stessa: la vendita di prodotti, un sollecito di pagamento, un preventivo. Mi scoppiò quindi da ridere quando invece lessi la missiva che era contenuta in questa lettera del 9 marzo 1932, inviata da…

Leggi tutto

NON MI AVETE RISPOSTO!!

6 agosto 1851. Siamo agli sgoccioli del Regno delle Due Sicilie. I domini borbonici al di là (Regno di Sicilia e isole minori) e al di qua (Regno di Napoli) del faro saranno qualche anno dopo travolti dall’orda garibaldina che porterà all’unificazione della penisola italiana. E l’illuminato (per moltissimi aspetti!) regno borbonico cesserà di esistere….

Leggi tutto

VENTOTENE, TRA EUROPA E CONFINO

Del ‘confino politico’ ne ho già parlato qualche sfizio fa. Per non ripetermi e annoiarvi dal momento che questo ‘sfizio’ sarà un po’ lunghetto, rimando chi non l’avesse letto o chi volesse rinfrescarsi la memoria al contributo sul confino politico a Ponza: > https://www.facebook.com/sfizidiposta/posts/1188053664874778 > http://www.sfizidiposta.it/2020/05/29/ti-spedisco-a-ponza-al-confino/ Per chi non c’è mai stato, se ho invitato…

Leggi tutto

HANNO RUBATO IL BUE A DON GIUSEPPE!!

Siamo nel 1835. Al Sud, il Regno di Sicilia e il Regno di Napoli si sono già riuniti, nel 1816, a formare un unico grande regno, il Regno delle Due Sicilie. Da un punto di vista amministrativo, il Regno era suddiviso in Provincie, a loro volta suddivise in Circondari e quindi in Distretti. Il nostro…

Leggi tutto

DAL FRONTE GRECO… CON TANTA FATICA!

Durante la Seconda Guerra Mondiale, così come in generale in tutte le guerre, i tanti ragazzi che vennero inviati al fronte a volte provenivano da zone depresse del paese, molti erano analfabeti, non tutti sapevano scrivere. Ma c’era anche chi “ci provava”. Questa missiva (priva purtroppo di contenuto) riporta una calligrafia a tratti quasi incomprensibile….

Leggi tutto

AFRONTI IL BARONE…

Siamo nel 1949. Settantuno anni fa. Immediato dopoguerra. L’Italia era appena uscita, a pezzi, dalla Seconda Guerra Mondiale. Il livello di alfabetismo era basso, soprattutto nelle regioni del Meridione. Nel 1951, due anni dopo, l’analfabetismo (ovvero, coloro che non riuscivano a leggere e scrivere) in Italia venne misurato dal censimento generale: Piemonte 3%, Valle d’Aosta…

Leggi tutto

TI SFRATTO!

Se un immobile è affittato ma ad un certo punto al proprietario serve, allora si prefigura il cosiddetto “sfratto per necessità”. Questa tipologia di sfratto è oggi normata dall’articolo 59 della Legge n. 392 del 27 luglio 1978. Per sfrattare l’inquilino il locatario non deve far altro che inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno….

Leggi tutto

L’ORRIBILE TREMUOTO…

In questo così difficile momento, in cui termini come Sars-Cov-2, Covid-19 e Coronavirus sono purtroppo così familiari, ancora una volta il popolo italiano dimostra un’umanità, una generosità, una fratellanza senza pari. E dico ‘ancora una volta’ perché, infatti, non è certo oggi che scopriamo quanto gli Italiani non siano solo pizza, spaghetti e mandolino. Andiamo…

Leggi tutto

ALLE SUE BRAME…

Oggi, per andare da Gubbio a Serra San Quirico, si va a prendere la SS 76 che passa nei pressi di Fabriano. Un tempo si andava invece per monti: si passava da Scheggia, quindi si valicava l’Appennino, e passando da Sassoferrato si arrivava a Serra San Quirico. Perché ha importanza tutto ciò? Per il pezzo…

Leggi tutto

DA BASTARDO (AR) PER PIERO GINORI CONTI, SENATORE DEL REGNO

La raccomandata che mostro oggi venne spedita il 15 gennaio 1938 da Bastardo (Arezzo). La località riportata sul bollo di partenza non era un comune, ma una frazione del capoluogo di provincia Arezzo l’origine del cui nome è tuttora incerta. Alcuni lo fanno risalire all’esistenza, nel medioevo, di un ospedale che accoglieva gli allora numerosi…

Leggi tutto

CHE DANNO AL CINEMA? NEL 1952…

  Certo, in tempi di Coronavirus andare a vedere un bel film al cinema non è possibile. Ma altrimenti, quante volte ci siamo chiesti: che danno al cinema questo fine settimana? Il documento che presento oggi è una lettera che la sede di Catania della Produzione Distribuzione Compagnia Cinematografica Italiana Spa spedì al Cinema “Lucciola”…

Leggi tutto

LE RACCOMANDAZIONI AI TEMPI DEL BARONE DI DONNAFUGATA…

In Sicilia, e più precisamente in territorio di Ragusa, esiste un’antica residenza nobiliare nota come “Castello di Donnafugata”. Inclusa nel network delle Case della Memoria, sia la residenza che il caratteristico giardino sono visitabili: se vi trovate in zona, non mancate di farlo, non ve ne pentirete! L’edificazione del “castello” risale al XIV secolo per…

Leggi tutto

IL TUFO DELLE PUGLIE…

Spedita il 9 novembre 1887 alle 2 di sera (come si vede dall’impronta del timbro sulla cartolina) da Lucera (FG), la cartolina che presento oggi altro non è che un ordinativo di materiale edile all’Illustre Signore D. Francesco Guerra in Manfredonia. “Stimatissimo D. Francesco Mi farebbero di bisogno tufi pezzi n°220 di lunghezza centimetri 60,…

Leggi tutto

LA CONCIA AL CROMO…

Per chi non è del settore farà strano sapere che la maggior parte del cuoio che indossiamo è stato trattato con il cromo trivalente. Eppure è così. Dopo che una pelle è stata depilata (privata di pelo ed epidermide), calcinata (trattata con la calce per allentarne l’intreccio fibroso), macerata (tramite enzimi pancreatici, per ammorbidirla), e…

Leggi tutto

LA CARTA ANNONARIA…

In circolazione dal 1940 al 1949, pensata per controllare il razionamento dei generi alimentari, la “Carta Annonaria” venne quasi da subito ribattezzata dal popolo come “tessera della fame“. Si trattava di un documento, nominativo con le generalità del possessore, bimestrale, e che consentiva di recarsi da un negoziante autorizzato per ricevere generi alimentari o di…

Leggi tutto

RUGGERO BONGHI, UN ILLUSTRE CONCITTADINO

Opera dello scultore napoletano Achille D’Orsi, il monumento a Ruggero Bonghi venne inaugurato il 22 ottobre 1899 a Lucera in piazza dei Tribunali (“ammizze San Frangische“), di fronte al Palazzo di Giustizia e a lato della Chiesa di San Francesco (che poi diventerà Basilica Santuario San Francesco Antonio Fasani). La cerimonia fu molto partecipata e…

Leggi tutto

MINATORE, OPERANO TUA MOGLIE, VIENI SUBITO!

Lo abbiamo detto più volte: un tempo non vi erano Internet, cellulari, SMS e Whatsapp. Un tempo si comunicava grazie alla posta, quando ci si poteva dare appuntamento in giornata spedendo una cartolina o quando si comunicavano notizie importanti e urgenti tramite i telegrammi. E’ quanto ho voluto mostrare oggi: un telegramma del 1942. Siamo…

Leggi tutto

©2018-2021 Sfizi.Di.Posta - Riproduzione riservata - Tutti i diritti riservati | Privacy | Copyright | WordPress Theme: Chilly