SE VOLETE PRENDERE LO NOMINATO…

SE VOLETE PRENDERE LO NOMINATO…

Beh, si sa, una delazione fatta anonimamente pone chi la fa al sicuro.
Ancor più se la delazione non riguarda futili motivi.

E’ il 1958, non riesco a leggere giorno e mese dall’annullo poco inchiostrato.
Siamo in Sicilia, e precisamente a Catania.
Dalla città etnea parte una cartolina, scritta a matita.
Destinazione: Cattolica Eraclea, provincia di Agrigento.
Destinatario: il Signor Comandante dei Carabinieri.

Leggiamo insieme la trascrizione del testo:
«Ill.mo Sig. Comandante,
Se volete prendere lo nominato Schembri Girolamo trovasi con la così detta sorella che con essa a commesso tutti cosi e che si chiama Candìa Monia sono presso Milazzo Salvatore Via G. Garoffa 76. Marsala. Che me lo confidò lui stesso un giorno da Cattolica […] giusto per ammucciarsi alla giustizia e il trucco è che lo Schembri scrive al Milazzo da Catania come se sono divisi così […] dimostra alla giustizia che sono sciarriati invece è lo stesso Schembri che scrive 30 lettere e cartoline il Milazzo le porta a Catania ad un amico che le imposta una al giorno.»

Alcuni passaggi non sono riuscito a comprenderli, la matita è molto sbiadita, ma credo che il senso sia più che chiaro, no?
I termini più siciliani dovrebbero essere comprensibili a chiunque, ma “ammucciarsi” significa “nascondersi”, mentre “sciarriati” significa “litigati”.
Per non farsi acchiappare dalla giustizia, lo Schembri fa finta di trovarsi a Catania, spedendo lettere e cartoline da lì. Ma in realtà sta a Marsala, e il delatore fa nome, cognome e indirizzo.

Ti è andata male, caro Girolamo…

Riproduzione riservata.

I commenti sono chiusi

©2018-2021 Sfizi.Di.Posta - Riproduzione riservata - Tutti i diritti riservati | Privacy | Copyright | WordPress Theme: Chilly