GRAZIE PER LA RICHIESTA MA PASSO

GRAZIE PER LA RICHIESTA MA PASSO

La musica da camera non ha certamente gli appassionati del rock’n’roll, ma è un’arte che è stata sempre seguita e che ha avuto i propri estimatori.
Il pezzo che mostro oggi è una normalissima cartolina postale spedita il 9 settembre 1952 da Milano, ma è il suo contenuto ad essere estremamente interessante.
Trascrivo intanto il testo (anche se è leggibilissimo).

«Caro Scamoni, Purtroppo le mie condizioni fisiche e morali, oltre alla mia tarda età (84!) non mi consentono più, come per il passato, di dedicarmi a lavori quali Ella oggi, bontà Sua, richiederebbe da me. Sono un invalido travagliato e triste, ormai staccato da tutto che poteva avere attinenza colla mia arte. Posso però darLe un consiglio: provi a rivolgersi, facendo il mio nome, al Maestro Michelangelo Abbado già da parecchi anni prof. del nostro Conservatorio; egli ha già fatto parecchi lavori del genere che Ella chiede a me; il suo indirizzo è Via Fogazzaro 27, Milano.
Grazie dei Suoi augurali saluti che anche a nome della mia povera inferma ricambio a Lei e ai famigliari Suoi. Le nostre condizioni fisiche rimangono stazionarie, ma bisogna rassegnarsi pensando al peggio, il che è tutto dire!..
La saluto caramente e Le stringo la mano. att. Enrico Polo»

La scrittura è chiara, lineare, pulita, a dispetto degli 84 anni.
Chi scrive, quindi, è Enrico Polo, noto violinista e docente al Conservatorio.
Per chi volesse approfondire la figura di Enrico Polo, rimando alla scheda biografica sul sito del Ministero dei Beni Culturali.

Fra i suoi allievi proprio il Michelangelo Abbado citato nella cartolina, padre di Claudio Abbado, il direttore d’orchestra.
Anche in questo caso, le note biografiche sono facilmente reperibili in rete.

Chissà quale lavoro il sig. Scamoni aveva richiesto a Enrico Polo.
Sta di fatto che Polo aveva ragione nel dire «Le nostre condizioni fisiche rimangono stazionarie, ma bisogna rassegnarsi pensando al peggio»: l’anno successivo passò a miglior vita.

Riproduzione riservata.

Sfizi.di.Posta

I commenti sono chiusi