DAL FRONTE GRECO… CON TANTA FATICA!

DAL FRONTE GRECO… CON TANTA FATICA!

Durante la Seconda Guerra Mondiale, così come in generale in tutte le guerre, i tanti ragazzi che vennero inviati al fronte a volte provenivano da zone depresse del paese, molti erano analfabeti, non tutti sapevano scrivere.
Ma c’era anche chi “ci provava”.

Questa missiva (priva purtroppo di contenuto) riporta una calligrafia a tratti quasi incomprensibile. Ho fatto davvero fatica a mettere insieme i pezzi, e non sono nemmeno sicuro di aver agganciato tutte le parole (anzi, se trovate qualche errore fatemelo sapere, grazie!)

Questo è quanto riesco a leggere. Sul fronte:

«A l Si gno ra
Carme la Giu lia
Bi si gn ano Viapiano
N 66. Pro vi cia
di Co senza
P.R.V.AER.»

E al verso:

«Spe di scie il Br
sa gliro
Salvo Carmi ne
2° Re gi me to Bersegli ro
17 Ba to glio ne
11 Compagnia
P.M.28»

Quanta fatica per scrivere poche parole… Chissà quanto avrà impiegato… Lo vedo, dentro una trincea, con un quadernetto sulle gambe, e la sua mano tremolante e incerta, mentre il sudore gli ruga la fronte. E infine il sorriso sul suo volto, solare, come se avesse abbattuto un nemico. Già, un nemico diverso da quello che spara proiettili. Il nemico della povertà, della mancanza di alfabetizzazione. Poveri ragazzi…

Quindi, la lettera è indirizzata alla signora Carmela Giulia, abitante in Via Piano n.66 a Bisignano, provincia di Cosenza.
Spedisce il bersagliere Salvo Carmine del 2° Reggimento, 17° Battaglione, 11a Compagnia, presso la Posta Militare n.28.

“P.R.V.AER” potrebbe forse voler dire “Per via aerea”.
D’altronde, ciò quadrerebbe con l’affrancatura di 1 Lira. Sin dall’inizio del ’42, infatti, venne disposto che le corrispondenze riportanti il bollo a data di posta militare fossero consegnate senza tassazione. Il servizio aggiuntivo di posta aerea non era invece gratuito e andava pagato con l’affrancatura. E 1 Lira era esattamente la tariffa aggiuntiva per il servizio di Posta Aerea.

Il 2° Reggimento Bersaglieri “Nulli Secundus“, nato il 31 dicembre 1861, alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale incorpora il 2°, il 4° e il 17° Battaglione. A partire dal novembre 1940 è impegnato in primissima linea sul fronte greco, nella zona della Val Voiussa, con pesantissime perdite, sino ad aprile 1942 quando termina la campagna militare in Grecia.

Per i rimanenti mesi del ’42 e per tutto il ’43 sino all’8 settembre, le truppe stazionano a Tebe con compiti di controllo. Alla proclamazione dell’armistizio, quando di fatto il 2° Reggimento Bersaglieri venne ufficialmente sciolto, i suoi tre battaglioni vennero colti alla sprovvista, dislocati in diverse località. I bersaglieri rimasero isolati e molti raggiunsero i partigiani greci sulle montagne nell’isola di Eubea.
Il Comando di Reggimento a Kalakis con il 17° battaglione raggiunse Salonicco via mare e venne tradotto in Germania.

Quando viene spedita questa missiva non riesco a dirlo: il bollo in partenza è molto pasticciato d’inchiostro. Tuttavia, qualcosa la possiamo dire.
Notiamo infatti che la missiva è affrancata con francobolli sovrastampati “P.M.”, Posta Militare.

Venti francobolli vennero soprastampati “P.M.”: undici vennero emessi con decreto dell’11 settembre 1942 e nove con decreto del 25 luglio 1943.
Il 50 centesimi presente sulla nostra missiva appartiene al primo blocco di emissione.
Questi speciali francobolli dovevano essere gli unici in vendita dagli uffici di Posta Militare a seguito delle truppe in Jugoslavia, Albania e Grecia, come conferma anche una successiva circolare dell’aprile 1943 con la quale si informa che è «in corso distribuzione a Uffici Posta Militare dislocati fuori confine francobolli con soprastampa PM da valere solo per corrispondenze impostate uffici stessi».

La prima data conosciuta di utilizzo di questi francobolli da uffici di posta militare è il 5 aprile 1943; considerando quindi che il 17° Battaglione si sciolse il 9 settembre 1943, questa nostra missiva deve essere stata impostata dall’ufficio di Posta Militare n.28 di stanza a Tebe in quel lasso di tempo.

Riproduzione riservata.

I commenti sono chiusi

©2018-2021 Sfizi.Di.Posta - Riproduzione riservata - Tutti i diritti riservati | Privacy | Copyright | WordPress Theme: Chilly