TI CONFERMO DI AVER RICEVUTO…

TI CONFERMO DI AVER RICEVUTO…

Oggi, se fai un ordine da qualche parte, normalmente ti arriva una conferma via mail di ricezione dell’ordine, e poi una seconda mail nel momento in cui il tuo ordine viene spedito.
Ma, d’altronde, inviare una mail non costa nulla. Quindi che importa se riceviamo due, tre, o quattro email.
Quando le email, però, non esistevano e occorreva comunicare tutto via posta normale, con i relativi costi sia del supporto che, soprattutto, dell’affrancatura, beh, non tutti si prendevano la briga di inviare conferme su conferme. Normalmente accadeva che si faceva un ordine e che il fornitore rispondesse con un’unica missiva dicendo di aver ricevuto l’ordine e di aver provveduto alla spedizione. A volte nemmeno questo, a volte la risposta era compresa nell’evasione dell’ordine, insieme ai prodotti ordinati.
Non è però questo il caso della cartolina che mostro oggi.

Siamo nel 1932 e la Società Anonima Munizioni e Cartucce Martignoni di Genova-Molassana riceve un ordine di cartucce Bleu speciali da parte del Polverificio Pietro Randi di Lugo di Romagna.
Con questa cartolina il Direttore Generale della Martignoni non comunica alla Randi di aver spedito le cartucce ordinate, ma soltanto di aver ricevuto l’ordine e di aver disposto la sollecita spedizione, a valle della quale comunicherà nuovamente alla Randi l’avvenuta spedizione.
Una cortesia davvero d’altri tempi…

Due giorni dopo il contabile della Randi riceve, prende nota, timbra, data, firma e archivia.
Fantascienza.

Riproduzione riservata.

Sfizi.di.Posta

I commenti sono chiusi