VOI SIETE COME IL MARE IN MUTAMENTO…

VOI SIETE COME IL MARE IN MUTAMENTO…

E’ la Pasqua del 1943. La lettera che mostro oggi, passata dalla censura, è stata inviata da un soldato della 38a Divisione fanteria “Puglie” (allora di stanza a Dakovica, Kossovo) alla signorina Flora.
Il soldato ha voluto inviare gli auguri di Pasqua a modo proprio, con un madrigale.
Lo riporto integralmente, è troppo bello per citare solo alcune frasi.

Voi siete come il mare in mutamento,
Siete una strada pallida d’argento,
Una vivente musica nel vento;
Voi siete un prisma ove s’infrange il sole,
Siete una primavera di viole;
Leggera come nuvola di seta,
Voi siete una vampata di colore;
Siete la nave bianca del poeta,
Siete la tavolozza del pittore;
Siete come la gemma d’un anello,
D’una zingara siete il tamburello.
Voi siete una campana nella sera,
Siete il solco d’un brivido nel cielo,
Siete il silenzio dopo una preghiera,
Del profumo d’un giglio siete il velo,
Siete l’eco d’un grido appena spento,
Siete e non siete, e siete un sentimento,
Siete come la luce, come il vento.

Nota storico-postale. E’ possibile asserire che la 38a Divisione fanteria “Puglie” fosse in quel momento stanziata a Dakovica (Kossovo) grazie al bollo di Posta Militare che ha annullato i francobolli, “POSTA MILITARE N.12”.

Riproduzione riservata.

Sfizi.di.Posta

I commenti sono chiusi