ALGOLAGNIA SESSUALE: COS’E’?

ALGOLAGNIA SESSUALE: COS’E’?

Siamo nel 1956, 11 aprile, e il Direttore dell’Ospedale Neuro-psichiatrico Provinciale di Arezzo scrive ai dottori A. Missaglia e E. Maniori, dell’Ospedale Psichiatrico Provinciale “Andrea di Sergio Galatti” di Trieste.
E sin qua nulla di strano. Le corrispondenze tra enti o personalità erano e sono all’ordine del giorno.

Quel che incuriosisce è l’argomento della missiva, o meglio della cartolina.
I dottori Missaglia e Maniori, infatti, nel 1955 avevano pubblicato sul volume 2 di quell’anno degli “Annali di Neuropsichiatria e Psicoanalisi”, pagine 407-425, il saggio “Algolagnia sessuale passiva in una schizofrenica”.
E il Direttore Benvenuti di Arezzo scriveva per richiederne una copia.

La cartolina di richiesta venne poi evidentemente conservata presso gli archivi dell’Ospedale di Trieste, e su essa venne anche incollato il cedolino di ricevuta dell’avvenuta raccomandata, pagata 45 Lire, con cui il dott. Missaglia il 30 aprile rispose al dott. Benvenuti, probabilmente inviandogli la pubblicazione richiesta.

Lascio alla sensibilità di ognuno, se lo si vuole, cercare e/o approfondire l’argomento, certamente non banale.

Ultima nota, filatelica. I due francobolli utilizzati per affrancare la cartolina non vennero annullati in partenza ad Arezzo. Arrivata la cartolina a Trieste, e accortisi della dimenticanza, dovettero procedere ad annullare i francobolli.
Ma ovviamente non potevano utilizzare il bollo a loro in dotazione “Trieste”; sarebbe stato un falso perché la cartolina non era partita da Trieste.
In tali casi, infatti, era previsto l’utilizzo di un bollo generico, non legato alla località, e che riportava la semplice dicitura “ANNULLATO”.

Riproduzione riservata.

Sfizi.di.Posta

I commenti sono chiusi