TRA TEATRI ROMANI E SEDUTE SPIRITICHE!

TRA TEATRI ROMANI E SEDUTE SPIRITICHE!

Nel 264 A.C. i Romani fondarono l’importante colonia Firmum Picenum, l’attuale Fermo. Di epoca augustea, tra i vari manufatti anche un teatro all’aperto di 37 metri di diametro e una capienza di oltre 2000 spettatori, i cui resti sono attualmente visibili sul versante nord sotto la Cattedrale.

Nel 1934, durante i lavori effettuati nei sotterranei della sede centrale della Cassa di Risparmio di Fermo (ex Palazzo Matteucci), vennero alla luce un muro romano con nicchie, probabilmente appartenenti alla cavea del teatro; il resto delle strutture della scena andarono distrutte, come buona parte dell’intero teatro, durante lavori edili effettuali nel ‘700.

Quest’ultimo ritrovamento diede, probabilmente, impulso due anni dopo all’Ill.mo Sig. Ing. Cav. Conte Lorenzo Mancini di Milanow a presentare istanza per lo scavo e la sistemazione del Teatro Romano di Fermo. La richiesta venne presentata alla Sopraintendenza alle Antichità delle Marche, degli Abruzzi e della Dalmazia.

Occorre rilevare che nel 1936, data della missiva, la Dalmazia era territorio ufficialmente italiano, e vista la vicinanza geografica con le Marche e l’Abruzzo, separate soltanto dalle acque dell’Adriatico, evidentemente queste tre ragioni erano accorpate.

Come si legge, la richiesta non venne approvata, e difatti il Teatro Romano versa tuttora in non buone condizioni.

Ultima nota, relativa all’Ill.mo Sig. Conte.
Lorenzo Mancini Spinucci di Milanow (1902-1996) viene anche ricordato per i suoi interessi nel campo della parapsicologia. Nel 1934 partecipò ad una seduta medianica con Bice Valbonesi, celebre medium che contava fra i suoi frequentatori Benito Mussolini e Gabriele D’Annunzio. Durante la seduta uno spirito sconosciuto gli avrebbe predetto l’invenzione del magnetofono, ovvero lo strumento in grado di registrare le voci provenienti dall’aldilà.

Riproduzione riservata.

I commenti sono chiusi

©2018-2021 Sfizi.Di.Posta - Riproduzione riservata - Tutti i diritti riservati | Privacy | Copyright | WordPress Theme: Chilly