IL CORRIERE DEI PICCOLI E IL PICCOLO UGO

IL CORRIERE DEI PICCOLI E IL PICCOLO UGO

Siamo nel 1926, e un caro papà Reale Carabiniere fa richiesta al Corriere della Sera per attivare un abbonamento annuale a Il corriere dei piccoli per suo figlio Ugo.

Prego vivamente codesta amministrazione voler compiacersi di ritenere quale abbonato al suddetto giornale, per tutto l’anno 1926, il piccolo Ugo“.
E non solo.
Unisco i francobolli onde poter gradire un cenno di risposta“.
Davvero altri tempi, altra eleganza, altro rispetto, altra precisione, altro modo di porsi.

Oltre i francobolli il papà unisce anche la ricevuta del vaglia postale di pagamento dell’annualità. Lire 12.50, all’epoca.

Il Corriere della Sera gli rispose confermando l’attivazione dell’abbonamento, ma quello che per il papà era il “piccolo Ugo“, per il giornale diventò il “Sig. Ugo“.

Riproduzione riservata.

Sfizi.di.Posta

I commenti sono chiusi